Il pedagogista

Opera in vari contesti educativi e formativi, socio-assistenziale e socio- educativo, socio-sanitario con riguardo agli aspetti socio-educativi, attività didattica, di ricerca e di sperimentazione.
Questa figura opera in completa autonomia scientifica e professionale e responsabilità deontologica, svolge funzioni di progettazione, coordinamento, intervento e valutazione pedagogica
.

Il mio percorso di studi è caratterizzato anche da una formazione specializzata nelle Scienze Umane come Pedagogista con laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche.
 

Le mie competenze mi permettono di concorre, inoltre, al coordinamento dei suddetti servizi e sistemi e di azioni educative e in particolare svolge: 

  • analisi delle situazioni lavorative socio-sanitarie onde progettare e riprogettare ambienti di apprendimento sicuri, efficienti e coerenti con le esigenze degli individui e dei gruppi;

  • progettazione e applicazione di strumenti qualitativi e quantitativi per la misura di fenomeni e processi educativi e formativi;

  • progettazione, gestione e coordinamento di interventi di carattere orientativo, selettivo, formativo e di cambiamento attuati con riguardo a singoli individui, gruppi e comunità;

  • progettazione, gestione e coordinamento di analisi e ricerche valutative a seguito di cambiamenti sociali e tecnologici;

  • attività di consulenza e cooperazione con operatori di altra formazione disciplinare coinvolti nei progetti di intervento sulle persone.

painted-handprints-with-artistic-equipment.jpg

Svolge le attività anche in alcuni principali ambiti dei contesti lavorativi, quali scolastico, culturale, giudiziario, ambientale, sportivo e motorio, dell'integrazione e della cooperazione internazionale:

  • istruzione e formazione formale con la progettazione e gestione delle attività di carattere educativo e culturale a diretto contatto con bambini, adolescenti, adulti, anziani, soggetti emarginati;

  • educazione e di animazione socio-educative;

  • diagnosi e ridefinizione dei percorsi educativi e formativi nonché contribuendo alla soluzione dei problemi che riguardano la qualità della vita comunitaria (conflitto, cooperazione, comunicazione, effetti di fabbisogni educativi, ecc.);

  • coordinamento e gestione di relazioni di aiuto alla persona in difficoltà (in età evolutiva, adulta e anziana);

  • progettazione e coordinamento di interventi che agiscano nelle situazioni di disagio psicologico laddove si richiedano cura, prevenzione e rimozione degli ostacoli ad un regolare sviluppo dell'apprendimento in situazioni scolastiche, comunitarie, ospedaliere;

  • progettazione, organizzazione e gestione pedagogica degli interventi volti al reinserimento sociale di soggetti in età evolutiva e anziana con situazioni di abuso e maltrattamento, o reduci da restrizioni giuridiche per criminalità minorile, dipendenze;

  • realizzazione di attività di prevenzione del disagio, di intrattenimento culturale e di aggregazione rivolte al mondo anziano all'interno o all'esterno delle strutture di ricovero o di restrizione.

Inoltre il Pedagogista può collaborare con altre figure professionali, come ad esempio il neuropsichiatra e il giudice, per realizzare interventi educativi volti a sostenere le relazioni familiari, a sviluppare reti di sostegno e di aiuto nelle situazioni di disabilità, a sviluppare interventi psicoeducativi e di promozione della salute, di modifica dei comportamenti a rischio, di inserimento e partecipazione sociale e di qualità della vita comunitaria (conflitto, cooperazione, comunicazione, effetti di fabbisogni educativi, ecc.).

pexels-tatiana-syrikova-3933101.jpg

Il Pedagogista con laurea Magistrale in Scienze pedagogiche ha competenze per svolgere attività relative alla progettazione, alla programmazione, all'attuazione, alla gestione e alla valutazione delle azioni educative e formative dei servizi e dei sistemi di educazione e formazione pubblici o privati e del terzo settore. Ha quindi competenze per svolgere:

  • progettazione e attuazione di interventi didattici per il miglioramento dell'apprendimento soprattutto in relazione ai fabbisogni educativi e ai disturbi di apprendimento e in particolare partecipare alla progettazione e coordinamento di interventi per la riabilitazione, rieducazione e integrazione sociale di soggetti con disabilità pratiche o con deficit neuropsicologici, derivanti o prodotti da qualche forma di addiction;

  • cooperare, all'interno del sistema penitenziario, alla valutazione degli stati di disagio psico-socio-sanitario;

  • cooperare negli interventi psicologici e nelle attività di promozione della salute, alla modifica dei comportamenti a rischio, di inserimento e partecipazione sociale attraverso l'allestimento di specifici percorsi educativi;

  • effettuare analisi delle situazioni lavorative socio-giuridiche onde progettare e riprogettare ambienti di apprendimento sicuri, efficienti e coerenti con le esigenze degli individui e dei gruppi.

Tariffe:

Primo consulto: 60€

Consulti e/o Attività succesive: da concordarsi a seconda del percorso individuato.